logo_frontiere

BOGRE – IL FILM

un viaggio sulle tracce di Catari e Bogomili

dialogo con Fredo Valla

In lingua occitana BOGRE significa bulgaro. BOGRE fu uno dei nomi dati ai Catari. BOGRE sopravvive nei paesi occitani come un insulto, significa babbeo, persona di poco conto. BOGRE – IL FILM è un viaggio sulle tracce della principale eresia del medioevo dai Balcani alla Bosnia, a Costantinopoli, all’Italia, alla Francia meridionale.

Chi parla la lingua d’oc sa che BOGRE non indica semplicemente un abitante della Bulgaria. Così era in antico, poi le parole evolvono, e bogre , da secoli, ha assunto in occitano il significato di inetto, di babbeo, di persona infida che maschera la verità. Attorno al XII secolo bogre divenne un insulto diretto ai Catari d’Occitania, colpevoli di una religione non ortodossa, simile per dottrina a un altro grande movimento eretico europeo, quello dei Bogomili bulgari.

Il progetto BOGRE nasce dalla passione che si è creata nel gruppo di lavoro composto da professionisti del cinema (Fredo Valla Andrea Fantino Elia Lombardo) , da studiosi del catarismo e del bogomilismo ( Maria Soresina) e da organizzatori culturali dello spazio occitano (Ines Cavalcanti e Chambra D’oc).