logo_frontiere

FURASTIR – RECITAL SU RAFFAELLO BALDINI, ROMAGNOLO

spettacolo con Ivano Marescotti

Ivano Marescotti, interprete per eccellenza della poesia di Raffaello Baldini, legge i versi del grande poeta romagnolo, unanimemente considerato uno dei più grandi poeti italiani.
Attraverso la lettura delle poesie di Baldini, sapendo bene, come diceva l’amico Raffaello, “che alcune cose succedono solo in dialetto”, Marescotti riesce a coinvolgere e a catalizzare l’attenzione del pubblico e a trasformare la poesia in un grande affresco popolare da dove emergono con forza i personaggi baldiniani. Raffaello Baldini è sempre presente nei monologhi di Marescotti al punto che pezzi come “Cinìs, Giapunìs” o “ch’ór’èl?” o “la firma”, capolavori assoluti della poesia baldiniana, vengono richiesti a gran voce (come succede per famosi successi nei concerti rock) dal pubblico che ormai li conosce a memoria. E’ lo stesso Ivano Marescotti a spiegare il successo e la crescente popolarità dei versi di Baldini: “La gente ama Baldini diventato ormai popolarissimo. E’ esaltante vedere come tanta gente segua uno spettacolo che propone una semplice lettura di poesie di uno tra i più grandi poeti contemporanei, abbattendo gli steccati tradizionali tra poesia “colta” e “popolare”.

Ivano Marescotti, romagnolo come il poeta, ha contribuito ad accrescere la notorietà di Baldini con alcune letture pubbliche di alcune delle sue più famose poesie e con la messa in scena di tre monologhi teatrali: “Zitti tutti”! (1993), “Carta canta” e “In fondo a destra”.